Parruccaio
23 aprile 2014
I

l Corso si propone di formare la figura professionale dello scenografo realizzatore, ossia colui che - in maniera autonoma o partendo da indicazioni date dal regista - traduce in concreto un progetto relativo allo spazio scenico di uno spettacolo.

La formazione avviene attraverso un percorso biennale teorico e pratico, finalizzato all’apprendimento delle principali tecniche di scenografia teatrale applicate alle scene e ai costumi: pittura, scultura, termoformatura, elaborazione attrezzeria, elaborazione del costume, tecniche di tintura e di decorazione.

È coordinatore tecnico-artistico del corso Franco Malgrande, direttore degli allestimenti scenici del Teatro alla Scala..

01.

Esperienza pratica

Il corso per scenografi di teatro costituisce un ideale ponte di collegamento fra l’ambiente accademico dove si apprende il disegno e la realizzazione di bozzetti e il mondo del lavoro, dove tutto ciò che è appuntato su carta va tradotto in pratica, spesso passando dalle due alle tre dimensioni. Gli allievi sono inseriti nelle squadre di lavoro del Teatro alla Scala e imparano perciò sul campo, direttamente sperimentando quanto per anni solo studiato. Gli indumenti protettivi e i dispositivi di protezione individuale, nonché il materiale didattico utile per lo svolgimento delle lezioni sarà interamente fornito dall’Accademia.
02.

Professionalità

L’altissimo livello del corso è garantito dai professionisti del Teatro alla Scala, che seguono gli allievi quasi in rapporto uno a uno in modalità di affiancamento. Ciò permette agli studenti di partecipare alla realizzazione degli allestimenti realmente inseriti nella programmazione scaligera. Inoltre, il percorso di specializzazione prevede numerosi momenti di incontro e confronto con i migliori maestri del settore (registi, bozzettisti, figurinisti), di rilevanza nazionale e internazionale.
03.

Messa in scena

La realizzazione di scene e costumi, attività peculiare dello scenografo di teatro, costituirà anche il nucleo di un progetto di gruppo realizzato in collaborazione con istituzioni operanti nel settore dello spettacolo dal vivo, così da riservare agli allievi un ulteriore momento di apprendimento e messa in pratica delle proprie abilità a partire dalla loro fantasia.
04.

Varietà

Pittura, scultura, termoformatura, elaborazione attrezzeria, elaborazione del costume, tecniche di tintura e decorazione. Essere scenografo di teatro significa essere un professionista versatile, che possa abilmente occuparsi della realizzazione delle scene in ogni suo aspetto, padroneggiando diversi tipi di tecniche e materiali avvalendosi anche di nuove tecnologie informatiche di modellazione tridimensionale e realtà virtuale.
05.

Collaborazioni

La partecipazione alla realizzazione degli eventi dell’Accademia è un aspetto fondamentale del corso. Gli allievi saranno coinvolti nella produzione degli spettacoli della Scuola di Ballo e negli allestimenti delle opere che coinvolgono i Solisti di canto. Inoltre, ogni anno saranno chiamati alla progettazione e realizzazione di un nuovo spettacolo extra.

Dettagli del Corso

Durata
da ottobre 2017 a luglio 2018 e da settembre 2018 a luglio 2019 (=2000 ore complessive nell'arco del biennio, suddivise fra lezioni in aula, esercitazioni pratiche e stage).
Frequenza
obbligatoria, da lunedì a venerdì, per un massimo di 8 ore al giorno. È possibile che, per esigenze didattiche, le attività di stage e alcune esercitazioni si svolgano occasionalmente in orario serale o di sabato.
Requisiti indispensabili per l’ammissione
il corso si rivolge a giovani e adulti che siano nati a partire dal 1 gennaio 1989, in possesso di Diploma Accademico di Primo Livello. È inoltre indispensabile avere buona capacità nella progettazione della scenografia e del costume, buona conoscenza delle tecniche pittoriche e delle tecniche di elaborazione attrezzeria e costume, buona conoscenza delle tecniche scultoree e interesse specifico nei confronti del mondo dello spettacolo.
Selezione
l’ammissione al corso è subordinata al superamento di una prova di selezione articolata in tre fasi, che si svolgerà presso la sede dell’Accademia e/o presso i Laboratori “Ansaldo” del Teatro alla Scala, indicativamente fra il 4 e l’8 settembre 2017. Sarà necessario superare tutte le fasi previste dalla selezione. Per i dettagli si raccomanda di leggere con attenzione il punto 6 del bando di ammissione.
Sede
Accademia Teatro alla Scala | Teatro alla Scala | Laboratori “Ansaldo” del Teatro alla Scala | Istituzioni convenzionate.
Costi
è prevista una quota di iscrizione al corso pari a € 85, da versare tramite bonifico o con carta di credito, e una quota di partecipazione per ciascun anno, da saldare a rate unicamente tramite SDD.
Agevolazioni e indennità
è possibile accedere a un prestito a condizioni agevolate, denominato “prestito d’onore”, finalizzato al pagamento della retta. Inoltre è prevista l’assegnazione di una borsa di studio, a copertura parziale o totale della quota di partecipazione, per gli allievi frequentanti il corso che ne faranno domanda.
Docenti
Venanzio Alberti, Enrico Calza, Stefania Cavallin, Flavio Erbetta, Emanuela Finardi, Clara Sarti.
Al momento le iscrizioni sono chiuse