Scheda Misure
25 Settembre 2018
I

l Coro di voci bianche raccoglie l’eredità dello storico coro costituito nel 1984 dal Teatro alla Scala, affidato nel corso degli anni alla direzione di Gerhard Schmidt-Gaden, Nicola Conci e, dal 1993 a oggi, a Bruno Casoni, già direttore del Coro del Teatro alla Scala di Milano. I giovani allievi ricevono una preparazione che li porta ad affrontare con estrema duttilità un repertorio che spazia dalla monodia gregoriana alla musica contemporanea.

Sin dalla sua fondazione, il Coro partecipa regolarmente alle produzioni d’opera e ai concerti del Teatro alla Scala ed è ospite delle stagioni d’importanti istituzioni musicali quali l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Sinfonica di Milano "Giuseppe Verdi", il Teatro Comunale di Firenze e il Teatro Comunale di Bologna.

Nel 1998 il Coro voci bianche ha collaborato all’incisione de La bohème di Puccini con i complessi scaligeri, sotto la direzione di Riccardo Chailly. Numerose le composizioni scritte appositamente per il Coro voci bianche della Scala da autorevoli compositori quali Azio Corghi (La morte di Lazzaro), Sonia Bo (Isole di luce), Bruno Zanolini (Beati parvuli), Alessandro Solbiati (Surgentes) e Carlo Pedini (Magnificat), eseguite in prima mondiale assoluta.

Fra le più recenti partecipazioni a produzioni d’opera e balletto si annoverano Carmen, Lo Schiaccianoci, Turandot, Tosca, La bohème, Pagliacci, Wozzeck. Nell’ambito dell’attività concertistica, si ricordano nel 2013 il concerto di Natale diretto da Daniel Harding, nel 2014 l’omaggio a Fausto Romitelli sotto la direzione di Fabián Panisello nell’ambito del 23° Festival di Milano Musica e nel 2015 il concerto con i Wiener Philharmoniker diretti da Mariss Jansons e nel 2016 il concerto Le vie dell'amicizia diretto da Riccardo Muti nell'ambito del Ravenna Festival.

Requisito indispensabile per l’ammissione: aver frequentato i due anni del CORSO PROPEDEUTICO PER CORO DI VOCI BIANCHE.